Loading...

Accadde Oggi: A Risoul Vincenzo Nibali riapre il Giro d'Italia con dedica speciale

Vincenzo Nibali trionfa a Risoul

Il Giro d'Italia 2016 si avvicina alle battute finali con le ultime tappe di montagna e a guidare la classifica generale c'è l'olandese Steven Kruijswijk (Team LottoNL - Jumbo) che comanda con ben 3' su Esteban Chaves (Orica GreenEDGE), 3'23" su Alejandro Valverde (Movistar Team) e 4'43" sullo squalo dello stretto.

STAGE 19. La diciannovesima tappa con partenza da Pinerolo e arrivo dopo 162 km, sconfinando in Francia, a Risoul prevede la scalata del Colle dell'Agnello (20,6 km al 6,7% e gli ultimi 8000 metri in sterrato) e l'arrivo in salita proprio ai 1852 metri di Risoul (12,7 km al 7% di pendenza media).

VENERDI 27 MAGGIO 2016. Vincenzo piazza nelle fuga di giornata un ispiratissimo Michele Scarponi che guida la scalata che porta alla "Cima Coppi" di quell'edizione il Colle dell'Agnello; a 60 km dall'arrivo il primo a muoversi tra i big è Chaves con Vincenzo che accusa in prima battuta ma poi riesce a rientrare sul gruppo maglia rosa che perde per strada il murciano Valverde. Scarponi scollina per primo e continua nella sua ottima azione. In discesa dall'Agnello Nibali alza il ritmo per mettere in difficoltà i suoi avversari e quello che non ti aspetti accade; la maglia rosa Kruijswijk scivola in una curva a sinistra e finisce contro un muro di ghiaccio. L'olandese accusa qualche botta e riparte ma ormai Nibali è andato via; brutta caduta per il russo Ilnur Zakarin (Team Katusha) che sarà costretto al ritiro per la rottura delle clavicola.

SCARPONI SI FERMA. Nel falsopiano che porta all'imbocco della salita che porta a Risoul Michele si ferma per aspetatre il suo capitano, con Maxime Monfort (Lotto - Soudal) che resta da solo al comando della corsa. Nibali entra cosi in azione seguito dal solito Chaves, Diego Ulissi (Lampre - Merida) e Mikel Nieve (Team Sky); ai meno 5 dall'arrivo l'attacco decisivo che lo vede trionfare  e riaprire il giro. Notte fonda per Kruijswijk che taglia il traguardo con un ritardo di 4'54".

CLASSIFICA GENERALE. Chaves è la nuova maglia rosa con 44" sul nostro Vincenzo e 1'05" con Kruijswijk terzo ma destinato a perdere ancora terreno a favore di Valverde. Il giorno seguente a Sant'Anna di Vinadio Vincenzo Nibali si prenderà la laeadership della corsa rosa conservandola fino a Torino per la seconda volta in carriera.

LA DEDICA. "Mi sono un pò lasciato andare a uno sfogo, dopo tutto quello che ho passato in questi giorni. La dedica è per Rosario". Le prime parole all'arrivo dello squalo visibilmente emozionato.