Loading...

Accadde Oggi: Vincenzo Nibali stacca Esteban Chaves a Sant'Anna di Vinadio e si aggiudica il Giro.

Nibali bacia la sua Maglia Rosa

La vittoria di Risoul è ancora fresca e si fa sentire nelle gambe dello squalo e di tutti i suoi avversari in classifica generale; solo uno di loro il colombiano Esteban Chaves (Orica GreenEdge) sembra avere la forma giusta per tenere la maglia rosa anche alla fine della ventesima tappa.

STAGE 20. 134 i km in programma per la ventesima tappa del Giro con partenza da Guillestre e arrivo a Sant'Anna di Vinadio; i GPM in programma sono il Col de Vars (18,9 km al 5,7%), il Col de la Bonette (22 km al 6,7%), il Colle della Lombarda (20,5 km al 7,2%) e infine l'erta finale di Sant'Anna di Vinadio (2,5 km all'6% di pendenza media). Si scollinerà sempre sopra i 2000 metri di altitudine e non è un dettaglio da poco.

SABATO 28 MAGGIO 2016. La fuga di giornata è composta da Mikel Nieve (Team Sky), Stefan Denifl (IAM Cycling), Joe Dombrowski (Cannondale Proi Cycling Team), Darwin Atapuma (BMC Racing Team), Alexander Foliforov (GazProm - RusVelo), Tanel Kangert (Astana Pro Team), Rein Taaramae (Team Katusha), Giovanni Visconti (Movistar Team), Gianluca Brambilla (Etixx - Quickstep) e Diego Ulissi (Lampre - Merida). Il primo verdetto di giornata è quello che mette a segno il basco Nieve che strappa la maglia del miglior scalatore a Damiano Cunego (Nippo - Vini Fantini); il gruppo maglia rosa è tirato dagli uomini di Alejandro Valverde che porteggono il proprio capitano che sopra quota 2000 metri va spesso in difficolta. Sul Colle della Lombarda Nieve si fa riassorbire dai fuggitivi con Taaramae che non perde l'occasione di attaccare.

SHARK - ATTACK. Il gruppo maglia rosa è tirato dal trenino dell'Astana composto da Jakob Fuglsang e da un commovente Michele Scarponi; l'attacco di Nibali non tarda ad arrivare seguito solo da Chaves e Valverde. Per strada trova il compagno di squadra Kangert che da vigore all'azione dello squalo che prontamente riparte e questa volta fa il vuoto a tre chilometri dallo scollinamento.

ORDINE ARRIVO. Kangert prosegue la sua azione e vince la tappa con 52" di vantaggio su Atapuma, ma l'ultimo strappo è un tripudio per Vincenzo che rifila 1'36" a Chaves completando così una rimonta che resterà nella storia, come resterà l'abbraccio sulla linea d'arrivo con papà e mamma del colombiano che si complimentano immediatamente con il messinese.

CLASSIFICA GENERALE. Nibali vince il suo secondo Giro d'Italia davanti ad Esteban Chaves e Alejandro Valverde che piazza il primo podio in carriera nella corsa rosa ai danni di Steven Kruijswijk reduce dai postumi della caduta in discesa dal Colle dell'Agnello.